26 settembre 2020

Il controtransfert rappresenta ancora oggi un concetto complesso e controverso che investe molteplici riflessioni teoriche e cliniche.
Riprendendo il lavoro iniziato l’anno sorso con il Prof. Gilliéron, caposcuola della prestigiosa Scuola Europea di Psicoterapia Breve di Losanna, in questo seminario ci occuperemo del controtransfert come essenziale bussola per giungere a una formulazione psicodinamica e ad una indicazione terapeutica, già nei colloqui di consultazione.
Di fronte alle pressioni e richieste dei pazienti che oggi si rivolgono a noi sia nelle strutture pubbliche che negli ambulatori privati e che tendono a far “agire” il terapeuta, è invece essenziale riflettere sulle fantasie e aspettative relazionali preconsce ed inconsce, su quale uso fa il paziente del terapeuta. E questo implica l’autoanalisi del terapeuta, la messa in evidenza del suo controatteggiamento e del suo rapporto con la problematica del paziente.
Una situazione di consultazione può avere, nell’impostazione del Prof. Gilliéron, diversi possibili sviluppi: preludere a psicoterapie brevi (o più lunghe), individuare altre forme di intervento (farmacologico, assistenziale etc.), o può chiudersi con la quarta seduta. Nel seminario lavoreremo su come il controtrasnsfert del terapeuta può orientare l’indicazione terapeutica.

Edmond Gilliéron è Professore Emerito di Psichiatria dell’Università di Losanna (Svizzera), già Primario al Policlinico Psichiatrico  Universitario della stessa città, già Professore di Psichiatria all’Università di Montreal (Canada) ed è Psicoanalista della Società Internazionale di Psicoanalisi.

Il seminario si terrà online

Locandina Il Controtransfert nella pratica clinica

Il Controtransfert nella pratica clinica – Scheda Iscrizione